Come mettere in sicurezza la zona doccia?

PONTE GIULIO ACCETTA LA SFIDA


Ponte Giulio, dinamica azienda che offre una vasta gamma di sostegni e ausili per il bagno destinati al mercato professionale che privato, afferma che una progettazione "intelligente" deve assolutamente considerare chi saranno i fruitori dello spazio e i loro differenti bisogni nel corso del tempo.

Questo ragionamento assume grande importanza se pensiamo all'ambiente doccia.

La zona doccia deve essere concepita principalmente per eliminare rischi di cadute, offrire confort a chi la utilizza e priva di ogni "barriera architettonica".
In un'abitazione privata, infatti, anche se non è sancito da alcuna normativa, può essere utile tener conto che l'installazione di alcuni prodotti, come, ad esempio, un piatto doccia a filo pavimento, oltre a non incrementare i nostri costi può rivelarsi nel tempo un'efficace soluzione. Allo stesso modo, un maniglione a sostegno verticale può assolvere alla doppia funzione di garantire un valido appiglio, ma anche fungere da porta doccetta qualora venga munito di un dispositivo adeguato a questo scopo.

In Italia, l'installazione di un'area doccia in ambienti pubblici, RSA e Ospedali, è, invece, regolamentata dal "DPR 503" del 24 luglio 1996 che ha come principale obiettivo garantire le condizioni di vivibilità e sicurezza: la zona doccia deve essere a filo pavimento, dotata di sedile ribaltabile e doccia a telefono.
La regolamentazione dei requisiti ritenuti indispensabili per la sicurezza dei servizi igienici riservati ai Disabili inoltre dice che devono essere garantite le manovre di una sedia a rotelle necessarie per l'utilizzazione degli apparecchi sanitari e avere le seguenti caratteristiche: una superficie minima di cm. 180 x cm. 180; porte da 85 cm. (luce netta minima) con apertura verso l'esterno.

Per la sicurezza della zona doccia è importante un buon fissaggio dei sostegni. Soprattutto nel caso di pareti leggere come quelle in cartongesso, per le quali non è stato previsto un adeguato "rinforzo" interno, Ponte Giulio propone fissaggi speciali "Wingits" che garantiscono una tenuta minima di 150 kg. che Ponte Giulio distribuisce in esclusiva per l'Italia.

Gianfranco Paolantoni titolare della "Paolantoni s.n.c." di Roma utilizza Ponte Giulio e ci spiega: "quando sono chiamato per intervenire in una ristrutturazione, suggerisco sempre di prevedere delle soluzioni semplici ma estremamente efficaci che possano essere d'aiuto anche a chi ha problemi di mobilità temporanea. Sono poche le regole da seguire per una corretta installazione. Fermo restando che l'altezza del piatto doccia non deve superare i 25 mm., occorre posizionare correttamente gli elementi e fissarli con tasselli di sicurezza. Ponte Giulio è un'azienda partner specializzata che ha saputo dimostrare nel tempo grande serietà e capacità produttiva e che mette a disposizione per tutti i suoi clienti 24/24h istruzioni di montaggio, suggerimenti e disegni tecnici facilmente scaricabili dal sito www.spazioinstallatori.it"