Ancora tempo per detrarre le spese delle ristrutturazioni edilizie

A chi voglia ristrutturare il bagno ricordiamo l’importanza di abbattere le barriere


“Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2014, la detrazione Irpef sale al 50%, passando al 40% per il periodo 1º gennaio 2015 - 31 dicembre 2015”.


Lo riporta l'Agenzia delle Entrate che spiega come: “il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 prima e la legge di stabilità per il 2014 poi abbiano riconosciuto una detrazione del 50% anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali di pari importo, ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%”.


Ristrutturazioni edilizie, sostituzione vasca-doccia, news�


“Lo ricordiamo – dice Ponte Giulio – all'avvio della nostra campagna “Soluzione doccia” che permette, in tempi rapidi, la sostituzione della vasca con la doccia, con la tecnica a sovrapposizione che consente di realizzare il lavoro velocemente, in poche ore, e senza interventi di muratura grazie ad un rivestimento a pannelli ed un piatto doccia autoportante”.


Ristrutturazioni edilizie, doccia in sicurezza, news �


“Con questo sistema infatti – sottolinea l'azienda – si evita l’intervento su muri ed impianti e si ha un'ampia scelta di articoli complementare per la sicurezza e l'arredo, con soluzioni già pronte per l'istallazione e proposte di configurazione libera, per il massimo della personalizzazione. Al fine di poter offrire piani adatti alle necessità di cantiere ed a quelle dell’utilizzatore, sono previste proposte in “kit” pronte per la messa in opera ed un elenco di articoli liberamente componibili”.


Ristrutturazioni edilizie, piatto doccia con bordo, news �


Ristrutturazioni edilizie, vantaggi zona doccia, news�


“Vogliamo porre l'accento - dice Ponte Giulio - su un’importante caratteristica dei piatti doccia da noi utilizzati, in pietra acrilica: la combinazione del rivestimento con il piatto, munito di un profilo di contenimento integrato, consente di evitare l’uso di silicone o sigillanti indispensabili invece per tutti i piatti di tipo tradizionale. Viene così eliminata ogni possibilità di infiltrazioni fra il piatto ed il rivestimento stesso”.


Come avviene l'intervento: la vasca viene rimossa, così come il miscelatore. In seconda battuta si verifica l'eventuale necessità dello spostamento delle tubazioni e lo stato di quelle esistenti; si predispone poi il fondo per alloggiare il piatto doccia e si adattano le tubazioni in funzione del miscelatore scelto. Viene infine posizionato il piatto doccia, sistemato lo scarico ed installati il rivestimento e il box doccia.


Ristrutturazioni, intervento 1 sostituzione vasca-doccia, news�


A chiunque debba ristrutturare il bagno sottolineiamo l’importanza di abbattere le barriere.

“Ricordiamo, a tal proposito – dice Ponte Giulio – l'avvio della nostra campagna “Soluzione doccia” che permette, in tempi rapidi, la sostituzione della vasca con la doccia, con la tecnica a sovrapposizione che consente di realizzare il lavoro velocemente, in poche ore, e senza interventi di muratura grazie ad un rivestimento a pannelli ed un piatto doccia autoportante”.


Ponte Giulio: nuova vita al vostro bagno.