Enrico Carloni: hug, la linea che sa coniugare stile e sicurezza

Nel fare gli auguri di buone Feste l’Ad di Ponte Giulio racconta la nuova linea



Chiudiamo i contributi video di presentazione di hug, la nuova linea Ponte Giulio, con l'Amministratore delegato dell'azienda, Enrico Carloni che spiega: "è stato molto importante e fondamentale questo percorso che ha dato i natali a questa linea che si propone di costruire una nuova identità dell'azienda, reinterpretando la nostra offerta per il bagno e rivolgendola ad un'utenza allargata, che non sia solo quella degli anziani o di persone con difficoltà di movimento, ma tutte le famiglie. Nuclei che meritano confort, design, benessere e sicurezza. Il tutto rigorosamente Made in Italy e con un design capace di coniugare stile e funzionalità".

La prima presentazione della linea è avvenuta in occasione del Cersaie e la reazione dei visitatori dello stand ha dato ragione a Ponte Giulio di come possano coesistere ambienti sicuri, confortevoli ed al contempo belli e contemporanei. Un modo diverso non solo di concepire il bagno, ma anche di comprendere l'importanza della funzionalità degli spazi, che devono essere adatti a più generazioni di utilizzatori.

"Prendersi cura di chi utilizza un prodotto non significa solo accrescere usabilità e sicurezza - continua Carloni - ma plasmare soluzioni che, nelle forme e nei colori, sappiano creare insiemi eleganti ed unici, che ben si sposano con gli altri ambienti e che sanno accogliere, come appunto in un abbraccio. Un abbraccio che cerca di rileggere gli interni e dove il colore, soprattutto nelle prime ore del mattino, accoglie e predispone ad un buon inizio di giornata".

Un progetto che si è sviluppato in piatti doccia, arredo bagno, lavabo, ma dove protagoniste sono le maniglie, arricchite da vaschette di contenimento, nella versione verticale, o addirittura incorporate nei mobili contenitori.

"Gli ausili - dice ancora Carloni - giocano un ruolo importantissimo, dettando l'estetica della linea. Finora i nostri prodotti sono stati percepiti come destinati principalmente a chi ha problemi di movimento. Non è più solo questo: pur garantendo sicurezza, (150 Kg di presa, antiscivolo), sanno essere anche complementi d'arredo".

Una linea, insomma, pensata, studiata e costruita in ogni dettaglio, anche nel nome: "hug è una parola che abbiamo meditato e voluto - conclude Carloni - che rende l'idea di dedizione, di famiglia. Il bagno è un luogo deputato alla cura di se stessi: con hug le famiglie possono farlo davvero. Non solo loro però: questo progetto, infatti, può essere adatto anche all'ospitalità. Chi si trova in un hotel o in un b&b va in cerca, nell'ambiente bagno, di un momento intimo. Grazie ad hug lo potrà trovare, non solo nella sua abitazione".

"Colgo l'occasione per augurare a tutti buone Feste. Un augurio che vi rivolgo anche con questo nostro abbraccio. E allora hug, abbracciamoci!".