Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2013

Ponte Giulio torna sull’abbattimento delle barriere architettoniche ribadendo come sia un segno di ci-viltà e ricorda i prodotti della linea Bagno Sicuro, per una maggiore sicurezza e del bagno.


Il 3 dicembre si è celebrata, in tutto il mondo, la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. In Italia le persone che vivono con una disabilità sono circa 3 milioni, ovvero il 4,8% della popolazione. Ad aver stabilito questa data il “Programma di azione mondiale per le persone disabili” adottato dall’Assemblea generale dell’ONU. Questa giornata si pone come finalità di promuovere la conoscenza dei temi della disabilità e mettere in risalto l’interdipendenza tra lo sviluppo della società ed i diritti delle persone con disabilità. Il tema scelto dalle Nazioni Unite, per questo 2013, è stato: “Rompi le barriere ed apri le porte; per realizzare una società inclusiva per tutti!”.


Ponte Giulio sceglie, quindi, di tornare sull’abbattimento delle barriere architettoniche ribadendo, ancora una volta, come esso sia: “un segno di civiltà”.


Su questo tema, l’azienda, ricorda i prodotti della linea “Bagno Sicuro”, “studiati per una maggiore sicurezza e fruibilità dell’ambiente bagno, grazie ad una progettazione attenta e uno studio accurato degli accessori e dei sanitari”.


“Sul nostro sito www.pontegiulio.it vi è un’area interamente dedicata ai consigli tecnici per realizzare un bagno disabili. Grazie alle schede tecniche ed alle istruzioni di montaggio, viene resa più semplice tutta l’operazione d’istallazione”.


Entrando nel dettaglio dei prodotti, Ponte Giulio spiega come: “i nostri wc per i bagni disabili sono più alti dei tradizionali, proprio per consentire il trasferimento dalla carrozzina o il movimento di alzarsi ed abbassarsi. Essi possono essere dotati di un’apertura frontale, per facilitare l'assistenza. Accanto al wc è normalmente installata un’impugnatura ribaltabile: si tratta di uno dei tanti ausili che rende sicuro l’appoggio a chi siede e si muove intorno al sanitario”.


In termini di abbattimento delle barriere l’azienda ricorda anche i prodotti della linea “Bagno Assistito” ovvero quegli articoli, ad uso professionale, per la cura e il lavaggio di persone con problemi di mobilità: oltre a maniglioni e sanitari anche vasche, cabine doccia, sollevatori, barelle doccia e seggiolini doccia, in grado di rendere più semplice il movimento all'interno dell’ambiente bagno, anche in situazioni di totale non autosufficienza dove è necessario l'intervento di personale qualificato.


Piena accessibilità degli spazi, quindi: “articoli – conclude l’azienda – pensati per chi ha problemi di mobilità affinché si possa raggiungere un abbattimento reale e totale delle barriere in ogni ambiente, per creare spazi in grado di accogliere tutti ed essere vivibili per tutti”.


Ponte Giulio: perché ogni giorno sia la giornata dei diritti delle persone con disabilità.