Hug l’abbraccio che accoglie l’utenza privata

Adriano Scutigliani, Direttore vendite Ponte Giulio ci parla della nuova collezione



"Muoversi in sicurezza nel bello, nel design, in ambienti, insomma, dove regna lo stile. Non un punto d'arrivo, bensì il punto dal quale far partire questo grande abbraccio che stiamo dedicando all'utenza privata".

Con queste parole Adriano Scutigliani, Direttore vendite Italia Ponte Giulio, parla in un video realizzato a Cersaie 2017, di hug, la nuova collezione che si propone di conquistare tutte quelle famiglie che vogliono investire in sicurezza, senza rinunciare a eleganza e accuratezza.

"Nel nostro Paese - dice Scutigliani - ancora non c'è una cultura della funzionalità diffusa tra i privati, malgrado la nostra azienda, da tanti anni, stia proponendo bagni sicuri ed accoglienti. Con l'avanzare dell'età media delle famiglie le esigenze stanno cambiando: i privati, però, nonostante cerchino sicurezza non vogliono dover capitolare in favore di ambienti bagno freddi e puramente funzionali. Abbiamo fatto nostra questa esigenza e ci siamo rivolti ad un importante istituto di ricerca italiano in cerca di conferme se il progetto hug potesse coniugare efficacemente funzionalità e stile. I risultati dello studio ci hanno dato ragione".

Un cambio di rotta che è ben accolto dai privati che stanno chiedendo informazioni all'azienda, in attesa che la collezione sia disponibile sul mercato.

"Abbiamo intrapreso questo percorso - prosegue il Direttore vendite Italia - che ci ha portato verso un sistema d'arredo nuovo ed unico nel suo genere, dove, ad esempio, la maniglia di sicurezza si trasforma in una barra di sicurezza attrezzata, in linea di colore e di demarcazione dello spazio. Insomma un oggetto che è capace di rendersi indispensabile e irrinunciabile, in cui il colore si rinnova e attinge dal futuro, offrendo tante possibilità di abbinamento".

Tonalità melanzana, rame, lime, acciaio inox satinato, acciaio inox lucido, punti grigi e punti rossi, proposte con corallo, oro, bronzo, carta da zucchero, seta e caramello, per insiemi variegati e unici.

"Con questa collezione vogliamo lanciare un messaggio e raccogliere una sfida: il messaggio è che, grazie a Ponte Giulio, chi è in cerca di funzionalità può trovarla abbinata allo stile.

La sfida è conquistare coloro che non sono in cerca di bagni sicuri, ma di prodotti belli ed attuali. Solo così comprenderemo se abbiamo davvero creato un insieme di puro arredo".

Un confronto che ha visto Ponte Giulio impegnata anche in un'accurata ricerca dei materiali che l'ha portata ad affiancare la pietra acrilica all'MDF dei mobili e ad alternarla con il mineral composite. Un modo per prendere congedo da quell'aspetto più sanitario che avevano le collezioni precedenti e che le rendevano meno adatte all'utenza privata.

"Sinora i nostri mercati di riferimento - conclude Scutigliani - erano, oltre all'hotel per il quale abbiamo progetti studiati ad hoc, ospedali, case di riposo. Grazie ad hug ora riusciremo a far capire che la sicurezza, nei bagni non è solo una necessità, ma un'opportunità per dotarsi di ambienti esclusivi: il primo dei molti abbracci che vi riserveremo".

La casa è più bella con hug by Ponte Giulio.