Inail: reinserimento delle persone con disabilità da lavoro

Ponte Giulio: ogni luogo di lavoro dovrebbe essere dotato di bagni senza barriere. I luoghi pubblici devono essere fruibili per tutti, senza distinzione di abilità.


Interventi per il superamento e l'abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro, l'adeguamento e l'adattamento delle postazioni di lavoro e la formazione.

Sono queste le tre tipologie di interventi per le quali il datore di lavoro può beneficiare di rimborso o anticipo delle spese, come previsto dal nuovo "Regolamento per il reinserimento e l'integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro", approvato dall'Inail lo scorso 11 luglio.

L'Istituto ha pubblicato una circolare che fornisce elementi a chiarimento e supporto del nuovo Regolamento. Entro i limiti degli importi annualmente stanziati - nel 2017 pari a 21,2 milioni di euro - l'Inail rimborsa e/o anticipa ai datori di lavoro le spese relative alla realizzazione degli interventi di reinserimento lavorativo, fino a un massimo di 150mila euro per ciascun progetto personalizzato.

Per quanto riguarda il superamento e abbattimento delle barriere architettoniche nei luoghi di lavoro, che comprendono gli interventi edilizi, impiantistici e domotici e i dispositivi finalizzati a consentire l'accessibilità e la fruibilità degli ambienti di lavoro, il limite massimo di spesa rimborsabile, dice l'Istituto, è 95 mila euro.

Nei limiti complessivi fissati per ciascuna tipologia di intervento, al datore di lavoro è rimborsato il 100% delle spese sostenute per il superamento o l'abbattimento delle barriere architettoniche.

A tal proposito Ponte Giulio ricorda come stia operando, da oltre trenta anni, per garantire il superamento delle barriere architettoniche negli ambienti bagno pubblici e privati.

Con il programma Bagnosicuro propone un'ampia ed articolata selezione di prodotti che agevolano l'uso del bagno a chi ha problemi di movimento con i suoi ausili, i lavabo, gli accessori ed i sanitari. Nel corso degli anni l'azienda, cercando di arrivare a fornire soluzioni sempre più affidabili e di qualità, ha fatto importanti investimenti in ricerca e sviluppo, finalizzati a migliorare costantemente i suoi prodotti ed essere sempre più vicina alle esigenze della sua clientela, coniugando alla funzionalità canoni estetici elevati, come nella migliore tradizione del Made in Italy.

Gli ausili ed i sanitari Ponte Giulio, infatti, vengono proposti con linee innovative ed una gamma cromatica molto ampia, al fine di rendere i bagni dei luoghi di lavoro, così come quelli delle abitazioni, degli hotel e delle scuole, sicuri e al contempo accoglienti. I maniglioni vengono realizzati impiegando materie prime di qualità, sono concepiti per durare nel tempo e sono pensati per essere installati con semplicità e sicurezza. Possono avere trattamento superficiale o verniciatura, (lucidatura o satinatura e cromatura).

I sanitari sono più alti dei tradizionali, proprio per permettere un agile trasferimento dalla carrozzina o ridurre il movimento di alzarsi ed abbassarsi, oltre ad essere dotati di apertura frontale. I lavabo si possono inclinare per consentire l'avvicinamento con la carrozzina ed hanno i poggiagomiti. Per quanto riguarda gli accessori come le doccette, i porta telo e i porta sapone, oltre a garantire una elevata funzionalità, vengono inseriti in un piano che include i criteri di posizionamento, per una piena accessibilità.

Qualsiasi bagno pubblico deve essere pensato senza barriere, dice l'azienda: solo così si possono creare spazi in grado di accogliere tutti e risultare vivibili per tutti. Ponte Giulio: luoghi di lavoro accessibili per una maggior qualità della vita professionale.