Ponte Giulio sempre più social: ora è su Pinterest e Google+

I social network, dice l’azienda, aggregano un numero sempre maggiore di persone ed hanno assunto un ruolo fondamentale nella comunicazione delle aziende, consentendo di fidelizzare il cliente.


Ponte Giulio ha attivato, oltre alla pagina Facebook ed al profilo Twitter, una pagina Google+ ed un profilo Pinterest


I social che ospitano in profili dedicati i prodotti Ponte Giulio, news


“I social network – dice Ponte Giulio - aggregano un numero sempre maggiore di persone ed hanno assunto un ruolo fondamentale nella comunicazione delle aziende, consentendo di fidelizzare il cliente e di promuovere in modo facile ed immediato nuovi prodotti/servizi”.


“Abbiamo scelto Pinterest – prosegue l’azienda - in quanto permette un’ottima visualizzazione delle immagini che vengono caricate nelle boards (bacheche) e che costituiscono l’idea centrale del social network:  si tratta, infatti, di veri e propri raccoglitori visibili a tutti, che agevolano la connessione tra persone con medesime necessità, gusti e interessi o tra queste e le aziende”. Il nome di questo social network deriva dall'unione delle parole inglesi pin (appendere) e interest (interesse). Questo social ha avuto un vero e proprio boom negli ultimi anni: gli utenti sono passati da 1,2 milioni ad agosto 2011 ad oltre 4 milioni a novembre 2011, per poi raggiungere gli 11 milioni a gennaio 2012.


“Con questo media – prosegue Ponte Giulio – siamo certi di poter diffondere adeguatamente i tanti aspetti del nostro business e generare interesse sul nostro brand e sui nostri prodotti. Essendo, poi, integrabile con gli altri social ci consente di essere in rete in maniera omnicomprensiva: crediamo che l’integrazione dei social network possa risultare in un tangibile aumento dei clienti, del mercato e della notorietà dei propri articoli”.


“Lo stesso – sottolinea l’azienda - vale per Google plus che, in più, offre la possibilità di avviare sessioni audio e video (ottime per noi, nonostante siamo presenti anche su Youtube


“Nell’era della comunicazione on line e del web 2.0 – conclude Ponte Giulio – non potevamo non essere in rete e “social”. Una persona su cinque nel mondo è già attiva su almeno un social network (1,43 miliardi circa) e quasi un utente ogni due legge i post delle aziende. In un contesto come questo riteniamo che investire in questo tipo di comunicazione sia la chiave per proiettarsi nel futuro, essere vicini ai bisogni ed alle scelte dei consumatori e, soprattutto, ai loro interessi. Solo così si possono creare prodotti funzionali e innovativi: due parole che hanno, da sempre, caratterizzato la produzione della nostra azienda”.


Ponte Giulio: immagini utili alla tua vita.