Si amplia l’offerta educativa per la prima infanzia

Ponte Giulio: basilare educare i bambini all’igiene


"Nell'anno educativo 2014/15 sono state censite sul territorio nazionale 13.262 unità che offrono servizi socio-educativi per la prima infanzia, il 36% è pubblico e il 64% privato. I posti disponibili, in tutto 357.786, coprono il 22,8% del potenziale bacino di utenza (i bambini sotto i tre anni residenti in Italia) in lieve aumento rispetto al 22,5% del 2014. Per i servizi socio-educativi rivolti alla prima infanzia i Comuni hanno impegnato nel 2014 1 miliardo 482 milioni di euro, il 5% in meno rispetto all'anno precedente. Le famiglie contribuiscono in misura crescente ai costi del servizio: dal 2004 al 2014 la quota è passata dal 17,4 al 20,3% della spesa corrente impegnata dai Comuni per i servizi socio-educativi".

È quanto riporta l'Istat nelle sue statistiche sul sistema Paese. Un tema, quello della formazione dei piccoli fondamentale anche per Ponte Giulio che ha scelto di investire in ambienti bagno a misura di bambino e dalla forte impronta educativa.
Come? Con ambienti fantasiosi vivaci e divertenti, caratterizzati da accessori colorati, dalle forme particolari, che invogliano alle azioni quotidiane legate all'igiene, come lavarsi le mani ed i denti. Un programma capace di trasformare i bagni di asili e scuole materne in un mondo magico, dove anche le consuete attività diventano un gioco, grazie a specchi con sagome di animali, porta sapone e porta spazzolini a forma di scimmia, fiore o orso, sanitari con uccellini e lavabi con i piedi, porta telo con giraffe e leoni.

"Far confrontare i bambini con l'importanza dell'igiene, dice Ponte Giulio, attraverso un approccio ludico può essere la chiave di volta per educarli all'importanza delle azioni di pulizia. Le nostre pareti tecniche, i mobili, i sanitari ed i lavabi offrono un ulteriore plus in quanto puntano alla tutela dei piccoli, tramite materie prime antibatteriche, come le mini-consolle in pietra acrilica, capaci di rendere il bagno ancor più sicuro e igienico. Tutto questo senza rinunciare a colori e forme accattivanti: un luogo, a misura di bambino, in coerenza con la sua dimensione fisica e le sue necessità. Articoli anche idonei ad un approccio in gruppo: ne è un esempio il lavabo a doppia altezza che consente, grazie alle differenti proporzioni che in esso si ritrovano, un facile accesso all'erogatore".

"Educare i piccoli, conclude Ponte Giulio, significa anche far comprendere l'importanza dell'igiene. Un lavoro che svolgono già molto bene le scuole materne, primarie e gli asili, ma che può essere sicuramente facilitato con i nostri ambienti bagno studiati e realizzati specificatamente per chi li andrà ad utilizzare e realizzati all'insegna della fantasia e della funzionalità".

Ponte Giulio: a misura di bambino.