Progettare per la sicurezza

La ristrutturazione di un appartamento dovrebbe tenere conto delle esigenze che cambiano, concepita al fine di prevenire il più possibile gli incidenti domestici, e prevedere uno spazio "autonomo", per ospitare un amico, un figlio o un assistente.


La valutazione della figura dell'anziano ha subito vari mutamenti nel corso della storia; fino alla fine del secolo scorso, ad esempio, prevaleva un approccio di tipo utilitaristico che focalizzava l'attenzione sulla produttività e utilità per la famiglia e la società. Questo concetto era legato all'idea di un modello culturale che prefigurava la "vecchiaia" come una "parabola" che iniziava con il pensionamento, e procedeva includendo credenze e stereotipi nonché discriminazioni sociali. Senza dubbio questo non teneva conto della diversità di condizioni che caratterizzano questa lunga fase della vita.

 

Sanitari, ausili, doccia e seduta bagno sicuro, vetrine

 

Il concetto di invecchiamento attivo, adottato prima dall'organizzazioni mondiale della sanità (2001), poi dall'Unione Europea, prevede un ruolo attivo nella società e nell'economia, ciò nonostante in questo contesto, è rimasto ancora tutto da esplorare il rapporto tra l'individuo e la casa, tanto più importante quanto più è avanzata l'età dell'individuo stesso. Si tratta di prendere atto che i mutamenti fisici nel corso del tempo sono naturali e questi devono essere considerati sopra tutto nella progettazione degli oggetti, degli spazi architettonici e gli arredi che usiamo tutti i giorni ma anche per le tecnologie che influenzano il nostro vivere.

Dato che la terza età può diventare a tutti gli effetti una seconda vita, il ruolo centrale di questa seconda fase dovrebbe essere supportato proprio dalla casa nella quale si abita. La revisione di un appartamento deve rispondere ad alcuni obiettivi base riconducibili a tre temi fondamentali:

  • svolgere funzione di supporto nei confronti delle esigenze che cambiano;
  • essere concepita al fine di prevenire il più possibile gli incidenti domestici, tanto diffusi all'interno delle abitazioni e causa di problemi fisici piccoli e grandi;
  • la casa dovrebbe contenere al suo interno, se possibile, un piccolo nucleo "autonomo", in grado di ospitare un amico, un figlio, un assistente.

 

Come montare una seduta doccia e una tenda doccia, vetrine


L'adeguamento costante nel tempo di un appartamento non può prescindere dal bagno dove ogni ambito assolve a specifiche necessità, ma nasconde anche rischi nell'uso in diretto rapporto con l'età e le capacità motorie o intellettive.

In ragione del genere, dell'età e delle limitazioni fisiche, il modo in cui ci si rapporta con gli arredi, con l'architettura e con gli oggetti cambia nel corso del tempo. Per tale ragione è necessario uno sforzo di analisi e attenzione al fine di poter progettare in modo adeguato e coerente alle necessità dei vari stati della nostra vita.

 

Doccia con ausili, sedute e tenda, vetrine

 

 

Collezione Bagnosicuro

Con la collezione “bagno sicuro” Ponte Giulio propone una ampia ed articolata selezione di prodotti: ausili, sedute per doccia, vasca o lavabo, complementi, vasche con porta e sanitari utili per arredare, o semplicemente adattare, qualunque ambiente bagno ad ogni esigenza, senza distinzioni di età o abilità.

Della sicurezza per l’ambiente bagno, in particolare, Ponte Giulio ne ha fatto la propria missione perché l’esperienza di fruire un luogo privo di barriere e sicuro sia la premessa per una sensazione di benessere.

 

Scopri di più