Progettazione Inclusiva

É necessario superare l’astrazione di “uomo standard” per rispondere alla diversità e alla necessità di inclusione che la realtà quotidiana richiede.


I dati demografici evidenziano come il mondo sviluppato stia cambiando; una più lunga aspettativa di vita e un tasso di natalità ridotto determinano l'aumento del numero di persone anziane nella popolazione adulta. Il mantenimento di una vita indipendente per più tempo è quindi essenziale per mantenere un sistema di welfare sostenibile.
Questo evidentemente ha riflessi anche nelle pratiche della progettazione "tout-court" che deve essere sempre più pervasa da un approccio inclusivo.
"Inclusive design", "Universal design", "Design for all" esprimono concetti utilizzati per definire una metodologia di progettazione che superi il concetto di "uomo standard", un'astrazione che raramente si riscontra nella vita quotidiana, che invece è caratterizzata dalla diversità e la necessità di inclusione.

 

Ausili, doccia, lavabo, wc e seduta bagno sicuro, vetrine


Questa vera e propria disciplina, relativamente giovane, ha come fine la progettazione di ambienti e prodotti adeguati all'uso da parte di ogni tipo di persona senza distinzione di età, sesso o abilità. Lo scopo è semplificare la vita secondo dei principi, elaborati nel corso del tempo, che possono essere riassunti in pochi concetti:

  • Ideare a produrre beni che siano utilizzabili e adatti a persone con differenti abilità;
  • Il bene deve adattarsi ad una ampia gamma di preferenze e di abilità individuali;
  • L'uso del bene è facile da comprendere indipendentemente dalle esigenze dell'utilizzatore, dalla cultura, dal linguaggio, o dal livello cognitivo;
  • Il bene comunica le necessarie ed effettive informazioni all'utilizzatore, indipendentemente dalle condizioni dell'ambiente o delle capacità sensoriali;
  • Il bene minimizza i rischi e le conseguenze di azioni errate, accidentali o non volute;
  • Il bene può essere usato in modo efficace e comodo con il minimo sforzo fisico;
  • Appropriate dimensioni e spazi sono previsti per l'avvicinamento, I'accessibilità, la manovrabilità e l'uso sicuro, indipendentemente dalla statura, dalla postura e dalla mobilità dell'utilizzatore.

 

Vasca con porta apertura esterna bagno sicuro, vetrine

 


Gli spazi di movimento
Lo spazio richiesto per muoversi a utenti con abilità diverse

 

Ingombro normale

 

Ingombro persona anziana

 

Ingombro sedia a ruote

 

Ingombro persona con e senza carrozzina, bagno sicuro, vetrine


Analizzando le esigenze tra individui con, o senza, impedimenti fisici bisogna tenere conto anche dello spazio indispensabile ad una mobilità sicura e adeguata.

 


La deambulazione
Gli spazi di movimento per utenti con ausili per la deambulazione.

 

Altezza persona bagno sicuro, vetrine

 

Collezione Bagnosicuro

Con la collezione “bagno sicuro” Ponte Giulio propone una ampia ed articolata selezione di prodotti: ausili, sedute per doccia, vasca o lavabo, complementi, vasche con porta e sanitari utili per arredare, o semplicemente adattare, qualunque ambiente bagno ad ogni esigenza, senza distinzioni di età o abilità.

Della sicurezza per l’ambiente bagno, in particolare, Ponte Giulio ne ha fatto la propria missione perché l’esperienza di fruire un luogo privo di barriere e sicuro sia la premessa per una sensazione di benessere.

 

Scopri di più